The Handmaid's tale: storia di una donna, non di una supereroina

"È difficile non immaginarsi lì, chiedersi cosa tu avresti fatto quella situazione, chi saresti stato a Gilead", dice. "Non sono sicura certe volte se June (l'ancella che interpreta ndr), sia dalla parte dei buoni o dei cattivi, ed è interessante. È una specie di prigione mentale, se sei nel sistema così a lungo, come ti cambia, che tipo di persona diventi?".