Luca Parmitano pronto al lancio: al servizio di tutta l'umanità

"Sicuramente è una bellissima coincidenza partire la stessa data dell'allunaggio, nel 50esimo anniversario, non credo che ci sia modo migliore di celebrare questo evento, è un grande privilegio. Per quanto riguarda il tributo, già in partenza col nostro equipaggio, abbiamo disegnato una patch che vedete sulla parte destra della nostra uniforme che riflette un po' la patch dell'Apollo 11 perché non ci sono i nostri nomi, a simboleggiare che l'evento dell'allunaggio era per tutta l'umanità, in cui l'individuo non conta. Da parte nostra abbiamo voluto riflettere questo messaggio; non ci sono i nomi né le bandiere perché il nostro lavoro è una cooperazione internazionale in cui la squadra conta molto più dell'individuo. Poi la patch in generale riflette quella dell'Apollo 11 con la Luna nella stessa fase lunare in cui era 50 anni fa nel giorno dell'allunaggio, la Terra è in primo piano perché siamo intorno all'orbita terrestre con la nostra missione e la conservazione, con tre stelle che formano una L, numero romano per indicare 50. Quindi un piccolo tributo, ma il tributo più grande a quei 3 pionieri che hanno consentito l'evento è il nostro lavoro e la nostra dedizione al programma".