La sposa bambina

Una bambina entra in un’aula di un tribunale, guarda il giudice dritto negli occhi e gli dice: «Voglio il divorzio». Nello Yemen, dove non sono previsti limiti di età per poter contrarre matrimonio, una bambina di 10 anni di nome Nojoom è costretta a sposare un uomo di 30 anni. La dote derivante dal matrimonio fornisce alla famiglia della bambina la possibilità di ricevere una piccola entrata economica e l’opportunità di liberarsi di una bocca in più da sfamare. Per tutti si tratta di un accordo legittimo e soddisfacente: per tutti tranne che per Nojoom, che vedrà presto la sua vita volgere al peggio. Nojoom inizia così una solitaria e determinata battaglia contro le pratiche arcaiche seguite dalla sua famiglia e dalla sua tribù. La battaglia di Nojoom è una battaglia per la libertà delle donne del suo paese, un esempio contro la violazione dei diritti umani e il simbolo della lotta contro pratiche arcaiche considerate ancora oggi legali nello Yemen e in molti altri paesi.