Enclave

Kosovo 2004, cinque anni dopo la guerra. Nenad è un bambino serbo, introverso e sensibile, che vive con il padre e il nonno malato in un villaggio nel nord del Kosovo, una piccola enclave cristiana protetta dalle truppe di pace delle Nazioni Unite. Nenad va a scuola accompagnato dai soldati in un mezzo blindato ed è l’unico allievo serbo, escluso e preso in giro dagli altri bambini kosovari albanesi. Uno di loro, Bashkim, nutre una particolare avversione nei confronti dei serbi, che ritiene responsabili della morte del padre. Un giorno, mentre al villaggio si celebra un matrimonio, ma anche il funerale del nonno di Nenad, i due bambini si ritrovano improvvisamente faccia a faccia...