Digital transformation, strumento di crescita ma serve accelerare

Ma tornando all'Italia, emerge una preoccupazione: se l'industria fa la sua parte nella trasformazione digitale e nell'accelerazione tecnologica, quel tempo perso a fronte di una strategia pubblica, soprattutto di sostegno, non pienamente definita rischia di rendere vano l'impegno per una piena competitività delle grandi medie e piccole imprese nazionali attive proprio nei segmenti a massimo sviluppo digitale e tecnologico. Guido Crosetto, presidente della Federazione delle aziende italiane per l'aerospazio, la difesa e la sicurezza: "Noi abbiamo tutte le tecnologie, le professionalità e le capacità per competere con il resto del mondo, persino con gli Usa, ma ci manca l'intervento dello Stato. Lo ha richiamato nel suo intervento Enrico Letta, non si può pensare di crescere in questo settore se non c'è un fortissimo investimento e una scelta di linea politica da parte dello stato".