Commozione a Somma Vesuviana ai funerali del carabiniere ucciso

Intanto emergono nuovi dettagli sulla dinamica. L'arma che ha ucciso Mario Cerciello Rega, secondo quanto ricostruito dal giudice Chiara Gallo nell'ordinanza di custodia cautelare per i due giovani statunitensi in carcere, è un coltello da marines a lama fissa lunga 18 centimetri. Inoltre, secondo il gip i due ragazzi hanno mostrato "un'immaturità eccessiva", "totale assenza di autocontrollo e capacità critica", e di conseguenza "rendono evidente la loro elevata pericolosità sociale". E ancora: è emerso che Andrea Varriale, il collega di Rega rimasto ferito, un'ora prima della telefonata al 112 di Sergio Brugiatelli era intervenuto a piazza Mastai dove veniva identificato il mediatore dei pusher che poi ha denunciato il furto dello zaino, su ordine di un superiore.