Cinema Komunisto

Usando rari frames di film jugoslavi dimenticati, così come inedite immagini dai set, "Cinema Komunisto" ricrea la narrazione di un Paese, concentrandosi, in particolare, sul racconto del proiezionista personale di Tito, che gli mostrò film ogni sera, per 30 anni.