Cile, manifestanti in piazza per la legge sull'aborto bloccata

L'aborto รจ illegale in Cile dalla fine della dittatura di Augusto Pinochet, nel 1989, e la legge in vigore prevede pene fino a cinque anni di carcere. Prima di allora, il Cile autorizzava l'interruzione di gravidanza qualora la vita della madre fosse in pericolo e il feto non fosse sano. Ufficialmente il Cile registra circa 30.000 aborti spontanei o indotti, ma si stima siano circa 160.000 le interruzioni di gravidanza illegali.