Castellitto: il cinema sarà in crisi, ma i critici sono moribondi

"C'è soltanto questo diniego, questa negazione dell'immaginazione. Tutto ciò che non è puramente realistico viene criticato, stroncato, addirittura a volte offeso. E questo purtroppo, insomma... Per fortuna il pubblico premia i film che facciamo, quindi... Il cinema è un'industria e poesia che costa tanti soldi, per cui l'importante è riportare a casa il denaro che si è speso, ed è questo che probabilmente ci consentirà di farne un altro, probabilmente, se ne avremo voglia".