Carabiniere ucciso a Roma, confessano i due americani: arrestati

tata. Tornano indietro e di fronte al rifiuto di restituire i soldi, rubano lo zaino dello spacciatore italiano, con all'interno droga, soldi e il suo cellulare grazie al quale i tre si risentono e si accordano per uno scambio. Ma il pusher chiama il 112, denunciando un normale furto, senza accenni allo droga, e all'appuntamento , vicino a Piazza Cavour, dove si trova l'albergo dei due americani, si presentano i due carabinieri in borghese. Qui tutto precipita: i militari si qualificano, i ragazzi reagiscono e uno dei due infligge 8 coltellate al vice brigadiere di 35 anni, che muore poco dopo.