C'era una volta in Anatolia

"Un road movie metafisico [...] una meditazione visivamente stupenda su ciò che significa essere umani [...] un grande film" The New York Times "Visivamente splendido, le immagini hanno il bagliore di un quadro di Vermeer" Variety "Uno dei grandi film del Festival di Cannes [...] racconta una storia con la densità di Dostoevskij" Le Monde "Un film sontuoso [...] Un thriller poetico" La Repubblica "Capolavoro indiscutibile di un autore totale" Il Messaggero