ASI, Battiston: bilancio positivo per lo Spazio italiano

"Quello dell'utilizzo delle risorse spaziali su altri pianeti, su asteroidi - osserva Battiston - è un tema interessante. Ci vorrà del tempo, perché sarà un'attività robotica, astronavi capaci di raggiungere autonomamente corpi remoti ed estrarre quello che non sarà sempre un materiale prezioso o raro. La trasformazione delle risorse spaziali può vuol dire anche creare benzina su marte per poter tornare indietro, estrarre acqua da un asteroide (una volta scissa in idrogeno e ossigeno l'acqua è un combustibile perfetto per i lanciatori). E' un tema interessante, ma non l'unico. Noi in Italia - conclude il numero dell'Asi - abbiamo fatto un grosso sforzo, ancora in corso, per lanciare le nuove tecnologie industriali per i piccoli satelliti di alta tecnologia. Cioè la possibilità di fare con meno di più. E' un tema su cui secondo me cambierà lo spazio commerciale nei prossimi anni, ben prima dello space mining di cui si parla in Lussemburgo".