A Roma la guerra dell'acqua, i cittadini preoccupati

Così fra tubi fatiscenti, investimenti mancati, afa estiva e una guerra anche politica, i romani aspettano agosto ma ai rubinetti chiusi non crede nessuno. Un po' fatalisti, un po' abituati all'arte di arrangiarsi, si ripetono che una soluzione si troverà.