"Seul è un inferno": lo strano caso della nordcoreana pentita

Su questo misterioso ritorno a casa sono tante le ipotesi sollevate dai media sudcoreani. Tra queste, la più accreditata è che Hiun sia stata rapita alla frontiera tra Cina e Nord Corea dove si sarebbe recata per incontrare in segreto la sua famiglia. E da lì riportata a Pyongyang per fare propaganda anti-Seul.